mercoledì , 12 dicembre 2018
Home » Arredamento, Casa e Design » Piastrelle: la scelta per la manutenzione e pulizia migliore

Piastrelle: la scelta per la manutenzione e pulizia migliore

scelta pulizia piastrelleLa casa, si sa, è un po’ il riflesso di chi la abita. Tutti tengono ad avere un’abitazione bella, ordinata, pulita e compatibile con i propri gusti, ben arredata e dotata di ogni confort. Nel plasmarla, si cerca sempre di sfruttare i migliori materiali possibili, sebbene essi, poi richiedano, come d’altronde è anche ovvio che sia, una certa manutenzione.

In particolare, oggi vorremmo soffermarci sulle piastrelle, elemento caratteristico di praticamente ogni abitazione. Che siano poste nel bagno o in cucina, sul pavimento o sui muri per migliorare la decorazione dell’ambiente, che siano realizzate in vetro o in ceramica, talvolta sembra esserci quasi una sorta di timore quando si tratta di pulirle, o comunque di renderle lucide e splendenti senza tuttavia andare ad intaccare la loro integrità.

Le piastrelle, infatti, essendo solitamente piuttosto piccole, e realizzate con dei materiali parecchio fragili come, appunto, il vetro o la ceramica, richiedono una certa delicatezza nell’atto della pulizia e della manutenzione. Oltre che, naturalmente, l’utilizzo di sostanze e tecniche adatte, onde evitare di rovinarle. Ed il fatto che, di norma, le piastrelle siano poste in ambienti come il bagno e la cucina, che sono piuttosto umidi e soggetti all’acqua ed al vapore (per motivi diversi), sono molto esposte a vari rischi come la sporcizia, il calcare, o anche il semplice appannamento.

Si consiglia tra l’altro di richiedere consiglio già al proprio rivenditore di piastrelle per la scelta del materiale che si possa pulire meglio in relazione alle vostre esigenze. Nei grandi negozi di piastrelle troverete dei professionisti in grado di suggerirvi il meglio, dai negozi di piastrelle in Torino (come www.piastrelletorino.it), a quelli del sud Italia, così come a Milano (presenti su pagine gialle) o a Roma.

Consigli per scelta e pulizia delle piastrelle

Quali possono essere, dunque, i migliori consigli per mantenere pulite ed integre le piastrelle del proprio bagno o della propria cucina? Anzitutto, un invito alla tranquillità: sebbene infatti, oggi come oggi, sul mercato sono presenti numerosi prodotti igienici non adatti a superfici delicate, come possono essere appunto le piastrelle, oltre che nocivi per l’ambiente, esistono numerosi rimedi naturali, che con il minimo sforzo sono in grado di rendere le piastrelle come se fossero nuove.

Uno di questi particolari rimedi, manco a dirlo, richiede l’utilizzo dell’aceto: il quale, tra le altre cose, possiede numerose qualità benefiche, fungendo addirittura da anticalcare. Pertanto, una soluzione composta in parte di aceto bianco ed in parte di acqua (la quantità dell’uno e dell’altra variano a seconda di quanto gli aloni e le macchie sono estese e profonde), può essere davvero un ottimo rimedio contro il calcare che sovente si forma sulle piastrelle.
Oltre all’aceto, un altro prodotto estremamente efficace nella manutenzione delle piastrelle, e che invece solitamente viene adibito ad altri utilizzi, è sicuramente il bicarbonato. Grazie, infatti, alle sue eccezionali qualità, il bicarbonato, unito in una mistura di acqua e di acqua ossigenata, diventa un ottimo sgrassatore, perfetto se si desidera cancellare la sporcizia formatasi nelle fughe che si trovano tra le piastrelle, e che solitamente è molto difficile da scrostare.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>